DESCRIZIONE GENERALE

Negli ultimi anni, grazie all’innovazione tecnologica degli strumenti per il controllo stradale, sono stati brevettati tutta una serie di dispositivi elettronici che aiutano le Forze di Polizia nel controllo delle infrazioni al Codice della Strada. Targa System è attivo in oltre 500 comuni Italiani, individua le violazioni al Codice della Strada in meno di 3 secondi e permette agli agenti di instaurare una rete di sicurezza efficiente ed attiva su tutto il territorio nazionale.

DI COSA SI TRATTA

Targa System è un software di riconoscimento targhe prodotto da Game Club S.r.L., un’azienda di Vicenza, che nasce come sviluppatrice di software per videogames e che nel 2009 cambia rotta per specializzarsi nel settore della videosorveglianza. Iniziando dall’istallazione dei dispositivi per i servizi di municipalità, Game Club ha saputo evolversi, adattando i propri prodotti alle esigenze del mercato. Le richieste dei clienti hanno permesso diverse soluzioni software, tra cui il Targa System, mettendo assieme bassi costi e alti rendimenti, cosa attualmente non ancora presente sul mercato italiano.

Targa System è uno strumento destinato alle forze di Polizia, con lo scopo di offrire loro un valido supporto nella protezione delle strade e nell’individuazione delle irregolarità. Per gli automobilisti, riconoscere un dispositivo Targa System è praticamente impossibile, poiché funziona come una normale videocamera, che può essere posta ad un incrocio, su una strada principale, oppure può viaggiare a bordo di un’autovettura della Polizia. Tra l’altro non essendo destinata al rilevamento della velocità del veicolo, la sua presenza non deve essere neppure segnalata agli automobilisti, cosa che come si sa risulta obbligatoria per gli autovelox.

L’obiettivo, infatti, è quello di scovare, tramite la scansione della targa, i furbetti che circolano senza la copertura assicurativa, senza aver rinnovato la revisione, o peggio ancora con una vettura rubata oppure posta sotto sequestro.

COME FUNZIONE

Comprendere il funzionamento di Targa System è molto semplice. E’ un software di riconoscimento targhe, che può essere installato su una videocamera semplice oppure può essere abbinato ad un dispositivo specifico, prodotto dalla medesima azienda. Allo stesso tempo, la telecamera può essere posizionata su un supporto fisso, come ad esempio su un semaforo posto all’incrocio di più strade, oppure può essere utilizzata in movimento.

Come funziona il riconoscimento di una targa? La videocamera scansiona le targhe, inviando informazioni al server, che è collegato con gli archivi del Ministero dei Trasporti, dell’Ivass e del Ministero dell’Interno. Entrare nei database  ministeriali vuol dire avere accesso a molte informazioni, come ad esempio la data di scadenza dell’assicurazione o della revisione. Queste informazioni tornano, nel giro di pochi secondi, in mano agli agenti della Polizia, che possono controllarle direttamente dal tablet o dallo smartphone.

Un aspetto importante da rilevare è che Targa System non accerta autonomamente l’infrazione (come accade con gli autovelox), ma costituisce un supporto all’attività di controllo svolta dagli agenti di polizia. Così nel momento in cui l’agente municipale rileva, grazie all’ausilio del dispositivo Targa System, che il mezzo è senza copertura assicurativa o senza revisione, non farà altro che informare la pattuglia che si trova più avanti, che a sua volta provvederà a fermare il veicolo, a controllare la sua documentazione e fare il relativo verbale.

Se il sistema evidenzia delle irregolarità, gli agenti possono procedere anche alla notificazione differita del verbale di accertamento. C’è da dire, tuttavia, che ciò è possibile nel solo caso in cui l’agente, che ha rilevato l’infrazione attraverso Targa System, o la pattuglia che si trova più a valle, non possano procedere alla contestazione immediata della violazione nei confronti dell’automobilista. Ciò accade quando ad esempio il trasgressore non è presente in auto, oppure il mezzo è lanciato a forte velocità o sta attraversando un incrocio con il semaforo rosso.

COSA CONTROLLA

Targa System, tramite la scansione della targa, può evidenziare alle forze di Polizia diverse violazioni al codice, come ad esempio la mancanza di una regolare copertura assicurativa e la mancanza di una regolare revisione. In più il dispositivo Targa System è in grado di rilevare altri illeciti. Ad esempio riconosce le automobili sottoposte a sequestro o sotto fermo amministrativo, al contempo sa individuare le vetture rubate o quelle che compaiono nella black list della Polizia.

A tal proposito, si ricorda che chi circola con l’assicurazione RC auto scaduta rischia, se rilevato da Targa System, una sanzione. Alla sanzione amministrativa, segue il sequestro del mezzo (con relative spese di custodia) e, in caso di guida con assicurazione contraffatta o falsificata, addirittura la sospensione della patente per un anno.

Va leggermente meglio a chi si dimentica di effettuare la revisione del veicolo: se si viene beccati dalla Polizia, si rischia una contravvenzione di importo inferiore. Alla sanzione amministrativa segue la sospensione della circolazione del mezzo fino all’effettuazione della revisione (tale annotazione viene fatta dall’agente sulla carta di circolazione).

Per evitare tutte queste conseguenze c’è un solo rimedio: verificare copertura assicurativa e revisione prima di mettersi alla guida. Se non si ha la documentazione a portata di mano e non ti è possibile contattare il tuo agente assicurativo o la tua autofficina, ti basta andare sul Portale dell’Automobilista (www.ilportaledellautomobilista.it) e dall’home page cliccare sulla voce “Verifica da solo“. Così facendo si avrà accesso ad una sezione del sito dove si potrà effettuare tutta una serie di verifiche, tra cui quella riguardante la copertura RCAuto e l’ultima revisione.

IN QUALI CONDIZIONI NON FUNZIONA

Le Telecamere Targa System sono praticamente infallibili, funzionano sia di giorno che di notte, con la pioggia, la neve, la nebbia o altre condizioni meteorologiche avverse. Riescono a garantire un buon risultato sia in movimento, sia posizionate su un supporto fisso, e allo stesso tempo riescono a scansionare la targa di veicoli fermi o in movimento. La sua attendibilità resta immutata anche se un veicolo percorre un tratto di strada superando i 100 km/h. In pratica, la funzionalità delle Telecamere Targa System viene compromessa solo in caso di manomissione dell’obiettivo o della targa.

A proposito di manomissione della targa si ricorda che è severamente vietato sporcare, manomettere o falsificare il numero di targa. Il Codice della Strada, infatti, stabilisce che “sugli autoveicoli, motoveicoli e rimorchi è vietato apporre iscrizioni, distintivi o sigle che possano creare equivoco nella identificazione del veicolo”. Se per un qualsiasi motivo la targa risultasse essere illeggibile o manomessa volontariamente, si rischierebbero sanzioni che variano da un minimo di 25 euro fino a sfiorare gli 8.000 euro, con relativo fermo amministrativo del veicolo.