SCNTT

Il “Sistema Centralizzato Nazionale Transiti”, è un progetto del ministero dell’interno volto a far confluire tutti i transiti rilevati da telecamere di lettura targhe verso il centro elaborazione di Napoli. Già sperimentato sulla tratta autostradale Napoli-Salerno il sistema SCNTT ha lo scopo di:

  • Acquisire e distribuire ai sistemi periferici le liste nazionali delle targhe rubate (lista A1), di quelle segnalate dagli uffici di polizia(lista C) e di quelle non revisionate (lista A2) solo per i sistemi periferici della Polizia Stradale;
  • Realizzare un’unica Banca Dati per tutti i transiti registrati dei sistemi periferici di videosorveglianza;
  • Implementare meccanismi di correlazione e propagazione tra sistemi degli allarmi relativi alle targhe segnalate (lista C);
  • Fornire servizi tramite interfaccia Web agli Uffici al fine di effettuare ricerche sui transiti, segnalare le targhe (lista C) e visionare gli allarmi di propria competenza
  • Fornire statistiche, report

Il collegamento SCNTT richiede l’installazione di un server aggiuntivo in questura, collegato al Targa System, che dialoghi direttamente tramite rete privata con il centro elaborazione di Napoli.

In termini di sicurezza, se tutti gli impianti di lettura targhe saranno collegati, si potrà tracciare un veicolo su tutto il territorio nazionale. Per le Polizie Locali, il vantaggio deriva dal fatto di avere come ritorno il dato dei veicoli rubati aggiornato direttamente dalla banca dati dello SDI.

A inizio 2018 il ministero dell’interno con una circolare, ha invitato tutti gli enti possessori di sistemi di lettura targhe, a collegare i suddetti al server centralizzato dei transiti SCNTT.

Per venire incontro alle esigenze dei comandi di polizia e delle questure, Targa System ha già ottenuto la certificazione dal Centro nazionale transiti, e ha installato con successo l’interfaccia SCNTT in alcune province.

Schema configurazione SCNTT