SENZA ASSICURAZIONE, MA CON 200 AUTO. SMASCHERATO GRAZIE AL SISTEMA DI LETTURA TARGHE TARGA SYSTEM®

 In Non categorizzato

Aveva più di 200 veicoli intestati a suo nome. È la sorprendente scoperta che la polizia locale del distretto «Media Pianura veronese – VR5C» di Bovolone ha fatto dopo aver fermato un cittadino romeno, durante un normale controllo stradale avvenuto nel territorio di Oppeano. L’immigrato – S.A., residente a Verona, è stato individuato grazie al sistema mobile «Targa System», che permette di verificare in tempo reale la regolarità della copertura assicurativa e della revisione. Ed è stato proprio a causa dell’assicurazione scaduta dell’auto fermata che gli agenti, coordinati dal comandante Marco Cacciolari, hanno capito di trovarsi davanti ad un «prestanome», visto che risultavano intestati a lui oltre 200 veicoli usati di vario tipo. L’immigrato, quindi, è stato denunciato a piede libero, attivando così le indagini della magistratura che sono tuttora in corso. Questo è comunque solo il caso più eclatante tra quelli dei 120 trasgressori «pizzicati» da gennaio ad oggi con l’assicurazione scaduta o inesistente nei nove Comuni serviti dal distretto «VR 5C». Tra gli altri casi curiosi scoperti dai vigili urbani vi è anche quello di un marito e di una moglie che sfruttavano un unico contratto assicurativo per circolare con due auto diverse. Se, durante il controllo, uno dei due coniugi veniva sorpreso sul veicolo a cui non corrispondeva la copertura giusta, il conducente si giustificava con gli agenti dicendo di aver scambiato per errore la propria polizza con quella dell’altro congiunto. BOOM DI TRASGRESSORI. Al di là dei casi eccezionali, ogni giorno sulle strade della Bassa circolano 241 veicoli non assicurati, mentre altri 146 hanno la revisione scaduta. È il dato «shock» che emerge dai rilievi effettuati dalla rete di 15 varchi elettronici attrezzati per la lettura delle targhe dei mezzi, attivi dallo scorso luglio lungo le principali vie che attraversano i nove Comuni del distretto di polizia locale «Media Pianura Veronese – VR5C» di Bovolone. Tale comando serve un bacino di 43.500 residenti. Ogni minuto e mezzo, dunque, nelle ore di maggior traffico, sui monitor della centrale operativa situata nella cittadina del mobile, gli «occhi elettronici» fissi, a protezione dei centri di Bovolone, Oppeano, Salizzole, Concamarise, Palù, Isola Rizza, San Pietro di Morubio, Roverchiara ed Angiari, fanno scattare un «allarme». Tale segnale avverte i vigili del passaggio di una moto, di un’auto o di un camion privi del certificato assicurativo valido o che non sono stati sottoposti a revisione. Poiché il «cervellone elettronico» comunica con i tablet in dotazione agli agenti, per le pattuglie posizionate nelle vicinanze di un varco è semplice fermare il trasgressore e contestare immediatamente la sanzione, sottoponendo il veicolo a fermo o sequestro amministrativo. VARCHI ELETTRONICI. L’innovazione tecnologica garantita dalla nuova rete di telecamere, finanziate dalla Regione nel 2017, unitamente all’impiego del sistema mobile «Targa System», di cui il comando è dotato da quattro anni, hanno permesso agli uomini di Cacciolari di raddoppiare il numero di sanzioni, con relativi sequestri, concernenti i mezzi non assicurati. I conducenti a cui è stata contestata tale violazione, dall’inizio dell’anno ad oggi, sono stati infatti 120 contro i 60 dello stesso periodo dello scorso anno. A tutti è stata applicata una sanzione oscillante tra 849 e 3.396 euro, anche se la maggior parte dei trasgressori, versando il dovuto entro 15 giorni, ha visto la multa dimezzata. Tanto che la media dei pagamenti si attesta attorno ai 450 euro. A questi casi si aggiungono, poi, i 118 veicoli multati in quanto non in regola con la revisione obbligatoria.

Fonte: https://www.larena.it/territori/bassa/bovolone/senza-assicurazione-ma-con-200-auto-1.7748007

Post recenti

Leave a Comment

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

Game Club per le festività natalizie rimarrà chiusa dal 24 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020 compresi.

L’ultima data utile per l’EVASIONE DEGLI ORDINI sarà il 20 dicembre.

Le attività riprenderanno martedì 7 gennaio 2020.

Per emergenza scrivere a support@targasystem.it

 

Targa System