Castelgomberto, filmate auto non assicurate grazie al Targa System!

L’occhio del grande fratello puntato contro i furbetti del volante. È operativo in via sperimentale, a Castelgomberto, un innovativo strumento tecnologico unico del genere in provincia. Il sistema di lettura targhe Targa System® che identifica i veicoli sprovvisti di assicurazione, quelli rubati o con revisione scaduta. Un utile strumento in mano a carabinieri e polizia locale, che potranno far scattare multe e provvedimenti più pesanti.
Il sistema è in funzione lungo la provinciale Peschiera dei Muzzi e ora l’Amministrazione comunale taglia un altro traguardo in ambito di sicurezza stradale. Si fa promotrice di questo progetto che ha come fulcro un software installato in un computer in municipio, collegato con la telecamera che si trova all’altezza della rotatoria cosiddetta “Del Leone”, all’entrata del centro storico del paese. Un punto strategico della viabilità di zona, in direzione di Vicenza.
La telecamera riprende in alta definizione il numero della targa degli automezzi in transito e invia le immagini al computer. Uno specifico programma, ideato dalla Game club di Grancona e messo a disposizione gratuitamente al Comune, incrocia i numeri e le lettere della targa con il database del ministero dell’Interno, per quanto riguarda la proprietà del mezzo, e dell’Ania (Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici) per quanto riguarda la posizione assicurativa dell’automezzo.
In tempo reale, l’occhio elettronico fornisce i dati identificativi dei veicoli inquadrati rilevando soprattutto se sono assicurati: elemento importante, questo, in caso di incidenti poiché se un mezzo non ha la copertura assicurativa è difficile rivalersi. I dati restano una settimana nella memoria del computer, per controlli e provvedimenti di vario genere.
«Le forze dell’ordine, come la polizia locale consortile, possono visionare i dati e punire gli automobilisti che non sono in regola con l’assicuazione – spiega l’assessore alla sicurezza di Castelgomberto, Gabriele Vencato – Inoltre, le immagini ed i dati raccolti possono essere utili per indagini, qualora fosse scoperta un’auto rubata. Il nuovo sistema garantisce maggiore sicurezza ai cittadini, come ho avuto modo di illustrare in un incontro a palazzo Barbaran con la cittadinanza, presentando il progetto. La scelta della Peschiera dei Muzzi non è stata casuale, visto che è uno snodo viario strategico».
L’adozione di questo strumento, inoltre, costituisce un «importante aiuto tecnologico per le forze dell’ordine, che hanno la possibilità di venire in municipio e di controllare i dati, utilizzandoli per gli usi concessi dalla legge. In futuro potrebbe diventare uno strumento valido per il controllo in tutta la vallata, se il Consorzio di polizia locale sceglierà di adottarlo. La sperimentazione è gratuita».

Fonte: https://www.ilgiornaledivicenza.it/argomenti/castelgomberto-filmate-auto-non-assicurate-1.74130?refresh_ce

Post recenti

Leave a Comment

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca